Cosa Fare in Liguria di Ponente con i Bambini

Cosa Fare in Liguria di Ponente con i Bambini

La Liguria di Ponente è una delle gemme nascoste dell’Italia, con una costa spettacolare che offre paesaggi mozzafiato e una cultura ricca di tradizioni. Questa affascinante regione è anche il luogo ideale per trascorrere momenti indimenticabili con i bambini, offrendo una vasta gamma di attività divertenti ed educative per tutta la famiglia. In questo articolo, esploreremo alcune delle migliori cose da fare nella Liguria di Ponente con i più piccoli, per una vacanza memorabile per grandi e piccini.

Giornate di Sole al Mare

La Liguria di Ponente è ben nota per le sue incantevoli spiagge, perfette per giornate di relax al mare con i bambini. Luoghi come Alassio, Varigotti e Finale Ligure vantano spiagge sabbiose e acque poco profonde, ideali per far giocare i più piccoli in totale sicurezza. Costruire castelli di sabbia, fare il bagno, e giocare a frisbee saranno solo alcune delle attività divertenti che i bambini adoreranno.

Esplorazione delle Cittadine Medioevali

La Liguria di Ponente è punteggiata da affascinanti cittadine medievali, che offrono un viaggio nel tempo per tutta la famiglia. Borgio Verezzi, Finalborgo, e Cervo sono solo alcune delle città che meritano una visita. I bambini saranno affascinati dai vicoli acciottolati, dai castelli e dalle chiese antiche, dove potranno immaginare di essere cavalieri e principesse in un mondo incantato.

Avventura nei Parchi Naturali

La regione offre diversi parchi naturali ideali per trascorrere giornate avventurose con i bambini. Il Parco Naturale delle Alpi Liguri, con i suoi sentieri panoramici e la ricca fauna e flora, è perfetto per escursioni familiari nella natura. Inoltre, il Parco Avventura a Mendatica offre percorsi sospesi tra gli alberi, arrampicate e ponti tibetani, per una sfida entusiasmante per tutta la famiglia.

Visite ai Parchi Tematici

Per un po’ di divertimento in stile familiare, la Liguria di Ponente offre anche parchi tematici adatti ai bambini. Il Parco Acquatico Le Caravelle a Ceriale è una destinazione popolare, con scivoli, piscine e giochi d’acqua per una giornata di puro divertimento estivo.

Esplorazione delle Grotte

I bambini avranno l’opportunità di esplorare meravigliose grotte e cavità sotterranee in Liguria di Ponente. Il complesso delle Grotte di Toirano è uno dei più famosi, con affascinanti stalattiti e stalagmiti che incanteranno grandi e piccini. Le visite guidate permettono di conoscere la storia e le leggende legate a queste meravigliose formazioni geologiche.

Venite in Liguria, il divertimento è assicurato a tutte le età!

La Liguria di Ponente è un luogo magico e affascinante, perfetto per trascorrere una vacanza indimenticabile con i bambini. Le spiagge, le città medievali, i parchi naturali e le grotte offrono infinite opportunità per avventure, esplorazioni e divertimento per tutta la famiglia. Questa regione unica vi farà innamorare con i suoi paesaggi mozzafiato e la sua autentica atmosfera italiana, creando ricordi preziosi che resteranno con voi per sempre.

Che cosa state aspettando? Vi aspettiamo al Relais del Maro: grandi o piccini, la Liguria di Ponente offre attività uniche e indimenticabili per ogni età!

 

In cucina con Piera | La ricetta della cima ripiena alla genovese

In cucina con Piera | La ricetta della cima ripiena alla genovese

Non perdetevi la famosa ricetta della Cima alla Genovese, made by Piera!

Preparazione  45 min

Tempo Cottura 2h e 20 min

Porzioni 6

Tempo totale 3h e 5 min

Calorie 425

Ingredienti

  • 1 tasca di petto di carne di vitello di 900 g circa
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 2 foglie di alloro. Per il ripieno: 200 g di vitello tritato
  • 200 g di animelle
  • 2 uova
  • 100 g di mollica di pane
  • 200 g di bietole
  • 3 cucchiai di piselli
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 50 g di lardo
  • 40 g di Grana Padano
  • 2 cucchiai di maggiorana tritata
  • latte
  • sale

 

PROCEDIMENTO

Per preparare sapientemente la ricetta della cima alla genovese, iniziate dal ripieno.

Lessate le bietole in acqua salata, strizzatele e tritatele. Sbollentate per alcuni minuti le animelle in acqua leggermente salata, sgocciolatele e tagliatele a dadini. Tritate il lardo. Lasciate ammorbidire la mollica di pane in una ciotola di latte e strizzatela.

Raccogliete il tutto in una larga terrina, aggiungete le uova e il parmigiano grattugiato, il vitello tritato, i pinoli, i piselli, la maggiorana, sale, pepe e amalgamate con cura il composto. Con questo farcite la tasca di vitello, cucite l’apertura con il filo bianco da cucina e legate la carne come un arrosto. Immergetela in 3 litri d’acqua fredda insieme alla cipolla, alla carota e alle foglie di alloro, ponete sul fuoco e cuocete lasciando sobbollire per 2 ore abbondanti.

Sgocciolate la carne, mettetela fra due piatti, sopra appoggiate un peso in modo da conferirle la tipica forma schiacciata e lasciatela raffreddare.

Tagliate la cima a fettine dello spessore di circa un centimetro, disponetele sul piatto da portata e servite.

Alla scoperta delle Cinque Terre

Alla scoperta delle Cinque Terre

Avete mai visitato le meravigliose Cinque Terre? Se la risposta è no, allora dovete rimediare al più presto. Se è sì, siamo sicuri non vediate l’ora di tornarci! Queste cinque affascinanti cittadine costiere, che comprendono Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore, sono una delle gemme più preziose della Liguria e sono state riconosciute come Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Queste pittoresche località offrono una combinazione unica di paesaggi mozzafiato, autentico fascino italiano e un’atmosfera indimenticabile. Scoprite le bellezze delle Cinque Terre e lasciatevi incantare dalla loro magia.

Situato lungo la costa settentrionale dell’Italia, il paesaggio delle Cinque Terre è caratterizzato da ripide scogliere che si affacciano sul Mar Ligure, colorati edifici in stile mediterraneo e terrazze coltivate a vigneti. Uno dei modi migliori per apprezzare la bellezza di queste cittadine è attraverso i sentieri panoramici che le collegano. Il Sentiero Azzurro, un percorso di circa 12 chilometri che si snoda tra le cinque località, offre viste spettacolari sul mare e panorami mozzafiato. Un altro dei percorsi più famosi è il sentiero che collega Monterosso a Vernazza, noto come “Sentiero dell’Amore”. Questo romantico percorso offre viste spettacolari e un’esperienza indimenticabile.

Ogni cittadina delle Cinque Terre ha il suo carattere unico e da esplorare. Monterosso, la città più grande delle Cinque Terre, vanta acque cristalline e un’atmosfera vivace. Vernazza, con il suo porticciolo pittoresco e il castello medievale, incanta i visitatori con il suo fascino romantico. Corniglia, situata su una scogliera, offre una vista panoramica unica sul mare e sui vigneti circostanti.

Manarola, famosa per le sue pittoresche case colorate che si affacciano sul mare, è un vero e proprio paradiso per gli amanti della fotografia. Infine, Riomaggiore, con le sue stradine strette e i suoi affascinanti vicoli, vi conquisterà con la sua autenticità e il suo carattere tradizionale.

Oltre alle città principali delle Cinque Terre, vi consigliamo di esplorare le zone circostanti e di scoprire autentici villaggi di pescatori e paesaggi incantevoli. Visitate Portovenere, una splendida cittadina situata all’estremità occidentale delle Cinque Terre, con il suo suggestivo castello, la Chiesa di San Pietro e le affascinanti stradine. Da qui potrete anche ammirare l’isola di Palmaria e le grotte marine della regione.

Le Cinque Terre non sono solo un luogo di bellezza naturale, ma anche una destinazione culinaria di prim’ordine. Assaggiate i piatti tradizionali liguri come la focaccia, il pesto alla genovese e i frutti di mare freschi. Non dimenticate di degustare il vino locale, come il famoso Sciacchetrà, prodotto dai vigneti terrazzati delle Cinque Terre.

Oltre alla bellezza delle cittadine, le Cinque Terre offrono anche la possibilità di fare escursioni in barca lungo la costa, scoprire grotte marine nascoste e fare immersioni nelle acque cristalline. Potrete anche visitare gli antichi borghi di montagna nelle vicinanze e scoprire la cultura e la storia della regione.

Le Cinque Terre sono una destinazione affascinante durante tutto l’anno, ma è consigliabile visitarle in primavera o in autunno, quando le temperature sono gradevoli e ci sono meno turisti. Pianificate il vostro viaggio con cura, prenotate alloggio in anticipo e assicuratevi di avere abbastanza tempo per esplorare tutte le meraviglie di questa regione unica.

Le Cinque Terre sono un luogo magico che incanta i visitatori con il suo fascino senza tempo e la sua bellezza naturale. Queste pittoresche cittadine costiere sono un vero e proprio tesoro da scoprire, offrendo una combinazione perfetta di panorami mozzafiato, autentica cultura italiana e un’atmosfera unica. Non perdete l’opportunità di visitare le Cinque Terre e di creare ricordi indimenticabili in uno dei luoghi più affascinanti d’Italia.

Immergetevi nell’atmosfera delle Cinque Terre esplorando i pittoreschi borghi e i loro tesori nascosti. Passeggiate per le stradine tortuose e colorate, ammirate le facciate delle case dipinte con colori vivaci e lasciatevi trasportare dal fascino di un tempo passato.

Oltre alle città principali delle Cinque Terre, vi consigliamo di esplorare le zone circostanti e di scoprire autentici villaggi di pescatori e paesaggi incantevoli. Visitate Portovenere, una splendida cittadina situata all’estremità occidentale delle Cinque Terre, con il suo suggestivo castello, la Chiesa di San Pietro e le affascinanti stradine. Da qui potrete anche ammirare l’isola di Palmaria e le grotte marine della regione.

Se amate l’avventura e il contatto con la natura, esplorate i sentieri escursionistici che si snodano tra le Cinque Terre e i loro dintorni. Uno dei percorsi più famosi è il sentiero che collega Monterosso a Vernazza, noto come “Sentiero dell’Amore“. Questo romantico percorso offre viste spettacolari e un’esperienza indimenticabile.

Per una prospettiva diversa delle Cinque Terre, salite a bordo di una barca e naviga lungo la costa. Ammirate le scogliere a picco sul mare, le calette nascoste e le spiagge appartate. Potrete anche fare una sosta per fare snorkeling o nuotare nelle acque cristalline.

Le Cinque Terre sono una destinazione affascinante durante tutto l’anno, ma è consigliabile visitarle in primavera o in autunno, quando le temperature sono gradevoli e ci sono meno turisti. Pianificate il vostro viaggio con cura, prenotate alloggio in anticipo e assicuratevi di avere abbastanza tempo per esplorare tutte le meraviglie di questa regione unica.

Le Cinque Terre rappresentano un’esperienza indimenticabile per ogni viaggiatore. Dai panorami mozzafiato al fascino intramontabile dei borghi, dalla cucina tradizionale alle avventure all’aria aperta, c’è qualcosa per tutti. Preparatevi a essere conquistati dalle meraviglie delle Cinque Terre e a vivere un’esperienza che rimarrà nel vostro cuore per sempre!

 

Una giornata a Sanremo: che cosa fare

Una giornata a Sanremo: che cosa fare

Benvenuti a Sanremo, una delle gemme della Riviera dei Fiori nella splendida regione della Liguria. Conosciuta come la “Città dei Fiori” e famosa per il suo clima mite tutto l’anno, Sanremo è una meta ideale per trascorrere una giornata piena di bellezza, cultura e relax.

Se avete deciso di trascorrere le vostre vacanze in Liguria, Sanremo è distante meno di un’ora d’auto dal Relais del Maro. Pronti per una gita fuori porta? Preparatevi a immergervi nell’atmosfera elegante di questa affascinante località costiera!

La vostra giornata a Sanremo potrebbe iniziare con una passeggiata lungo la celebre Via Matteotti, una strada elegante e affollata, circondata da boutique di lusso e caffè alla moda. Ammirate gli edifici storici e fate una sosta per una colazione leggera in uno dei bar tradizionali. Assaggiate un cornetto fresco e un caffè italiano per iniziare la giornata nel migliore dei modi.

Dopo una piacevole passeggiata, dirigetevi verso il cuore di Sanremo, il Casinò. Questo edificio storico e imponente è un vero simbolo della città ed è conosciuto in tutto il mondo per il suo glamour e la sua atmosfera. Anche se non siete interessati al gioco d’azzardo, vale comunque la pena visitarlo per ammirare la sua architettura affascinante e immergervi nella sua atmosfera elegante.

Dopo il Casinò, fate una breve passeggiata fino al Porto Vecchio, un pittoresco porto turistico dove potrete ammirare i numerosi yacht e barche da diporto. Rilassatevi su una delle terrazze dei caffè e godetevi la vista sul mare, osservando le barche che entrano ed escono dal porto. Potrete anche approfittare dell’occasione per fare un giro in barca lungo la costa, ammirando Sanremo da una prospettiva diversa.

A questo punto, è arrivato il momento di esplorare il centro storico di Sanremo, noto come La Pigna. Questo affascinante labirinto di stradine acciottolate e scalinate vi porterà indietro nel tempo, con le sue antiche case colorate e i balconi ricoperti di fiori. Perdetevi tra le stradine, scoprendo botteghe artigiane, negozi di souvenir e piccoli ristoranti tradizionali. Respirate l’atmosfera autentica di questo quartiere storico e godetevi il suo charme unico.

Per pranzo, fermatevi in uno dei ristoranti locali e assaggiate le specialità liguri. Gustate una deliziosa focaccia, accompagnata da un bicchiere di vino locale, e lasciatevi tentare dai piatti a base di pesce fresco, come il baccalà alla sanremese o le acciughe ripiene.

Dopo pranzo, concedetevi un momento di relax passeggiando lungo i famosi giardini di Villa Ormond. Questi splendidi giardini offrono una vista panoramica sulla città e sul mare, con i loro sentieri ombreggiati, le fontane e le piante esotiche. Sorseggiate un caffè al bar all’aperto e godetevi la tranquillità di questo luogo incantevole.

Per concludere la vostra giornata a Sanremo in modo memorabile, non potete perdervi una visita al Teatro Ariston. Questo teatro storico è famoso per essere la sede del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, uno degli eventi musicali più importanti d’Italia. Fate una visita guidata all’interno del teatro, ammirate la sua bellezza architettonica e scoprite la storia di questo evento culturale di fama internazionale.

Se avete ancora un po’ di tempo a disposizione, approfittatene per fare una passeggiata lungo la spiaggia, godervi il tramonto sul mare e magari fare un tuffo nelle acque cristalline. Sanremo offre spiagge attrezzate e belle calette dove potrete rilassarvi e rigenerarvi.

Sanremo è una città che vi incanterà con il suo fascino elegante, i suoi panorami mozzafiato e la sua atmosfera raffinata. Una giornata trascorsa qui vi lascerà con ricordi preziosi e un desiderio di tornare ancora. Siete pronti a vivere un’esperienza indimenticabile nella splendida Sanremo, la perla della Riviera dei Fiori? Fatelo partendo dal Relais del Maro per una pausa di bellezza e relax in una cornice autentica e unica!

 

 

I 5 Bar per un aperitivo top a Imperia

I 5 Bar per un aperitivo top a Imperia

Apericena, aperifritto, aperipizza.. insomma, l’arte dell’aperitivo è ormai un must tipicamente italiano! In Italia con l’espressione “fare aperitivo” non si intende più solo godersi un buon bicchiere, bensì farlo sgranocchiando sempre qualcosina (gratis) come focaccine, pizzettine, frittelle, mini-porzioni di insalata, insomma più generalmente finger food.  E non le solite noccioline e chips, per carità, non negateci un po’ di sano spilucching! D’altronde lo dice anche Al Bano: “un bicchiere di vino, con un panino.. la felicità!”

Ma pensandoci bene, l’aperitivo è un buono strumento per scoprire al meglio ed in poco tempo le tradizioni enogastronomiche di qualsiasi città, per capirne gli usi e le mode, per ottenerne un punto di vista culturale diverso – o no?  State forse pensando sia il solito pretesto per farsi un buon bicchiere?

Vi giuro di no, è solo l’occasione giusta per scoprire i 5 bar per l’aperitivo ad Imperia!

Bar La Torre

Partiamo da Porto Maurizio (con mio grande rammarico di pura Onegliese DOC) per aprire le danze con un bar che, a rigor del vero originariamente si collocava proprio nella mia amata Oneglia, la parte Est di Imperia, e che oggi si è trasferito sulla punta più ad Ovest della città. Parola d’ordine: vista mare.

Il Bar la Torre di Fulvio e Fabrizio richiama tutti, da ogni angolo della nostra ridente cittadina, un po’ perchè la location è forse totalmente fuori gara in quanto bellezza, e poi perchè loro due – i proprietari – sono la simpatia fatta persone. Troverete una bella lista di cocktail che non vi lascerà con l’acquolina in bocca!

 

Cuvea du Baffu

Okay, segue il più in voga. Federico, detto il Baffo, è riuscito nell’impresa di donare immenso lustro a questo bar, nemmeno tanto piccolo, in una posizione super strategica di Imperia. Il locale si presenta rustico il giusto, con qualche nota di mdoernità.  Buona varietà di vini e cocktail, piattini serviti al tavolo con possibilità di rimanere fino a cena, cordialità ed efficienza. Prezzi totalmente adeguati.

Monkeys

Alziamo l’asticella per quanto riguarda location (basterà guardare all’esterno) ed offerta di prodotti  (vi basterà guardare all’interno).

Un minuscolo bar sulla passeggiata del porto antico di Oneglia nasconde un tesoro che conta più di un migliaio di bottiglie diverse, tutte esposte dietro al bancone. Atmosfera buietta ma chill. Il loro piattino di stuzzichini , Antonella lo sa, non gli farà guadagnare molti punti, in questa classifica, mentre è indiscutibile il loro primo posto come selezione drink. Prezzi leggermente più alti della media.

Taste of Surf

Surf è nuovo nel panorama imperiese, ma ha conquistato tutti fin da subito. Una vera ventata di freschezza, una nuova ottica con cui inquadrare l’aperitivo nella nostra cittadina ma con studio accuratissimo dietro ogni preparazione.

Tradizione ed innovazione che si incontrano, insomma. “Una cucina che guarda al futuro, senza dimenticare le proprie origini.”  I cocktails, accompagnati da gustose tapas che potrete ordinare à la carte, vi stupiranno per equilibrio, originalità e ricercatezza. Prezzi leggermente più alti della media.

Frisciolata e Fainà

Concludiamo la nostra lista con una vera new entry! Frisciolata & Fainà occupa, geograficamente, il posto del vecchio Bacan nel centro storico di Oneglia. Il nome, tipicamente ligure, significa “Farinata & Farinata” – nomi declinati in dialetto ligure, con la stessa traduzione letterale ma.. con una differenza sostanziale! La Frisciolata è la farinata tipica di Imperia, in cui troviamo i cipollotti tagliati a rondelle come ingrediente extra, mentre la Fainà è la farinata bianca, classica.

Qui non solo troverete queste prelibatezze servite come accompagnamento, ma sarete sicuri di gustare ottimi cocktail e vini locali eccellenti!

 

La sagra della paella e delle cozze alla saracena: due appuntamenti da non perdere a Borgomaro!

La sagra della paella e delle cozze alla saracena: due appuntamenti da non perdere a Borgomaro!

“No! A saperlo, saremmo rimasti un weekend in più!” e “Uff! Saremmo arrivati un giorno prima se lo avessimo saputo!” sono esattamente le due frasi più ripetute dai nostri clienti quando scoprono di essersi appena persi la sagra dei muscoli di Borgomaro, il tradizionale ed immortale rito che anima le sere d’estate della nostra Valle Impero e non solo.

La sagra una volta

Dovete infatti sapere che la sagra nasce come una tipica festa per il santo patrono di un paese, durante la quale si possono svolgere anche altre attività come fiere, balli e divertimenti vari. Questa è una tipologia di festeggiamenti che qui in Liguria, soprattutto nell’entroterra, è ancora sinonimo di divertimento, baldoria e goliardie anche tra i più giovani.

La sagra oggi

In realtà non si utilizza più il termine sagra solo per definire la celebrazione del santo patrono, ma l’estensione del termine raggruppa, in generale, una grande festa in paese accompagnata da buon cibo, vino e tanta musica. Normalmente, tutto ciò viene reso possibile dalla collaborazione dell’amministrazione comunale e della Pro Loco del luogo, in questo caso l’associazione U Castello che ormai da decenni riesce nella magica impresa di riunirci tutti per regalarci queste magiche serate. Vi basti pensare che i miei genitori hanno scambiato i primi passi, le prime parole e i primi balli insieme proprio sulle lisce piazze di ardesia ornate a festa dove i giovani della loro età si davano appuntamento la sera per le danze e le chiacchiere.. altro che movida e discoteche!

In linea di massima, ogni paese propone un appuntamento annuale in estate (generalmente il sabato, ma possibilmente anche un intero weekend) dove durante la cena viene servito, tra le tante proposte culinarie, un piatto tipico che andrà poi a dare il nome alla serata (es.: la sagra del pan fritto, la sagra dei muscoli..). Noi, a Borgomaro, proponiamo ben due date.. perchè sappiamo cucinare così bene che non volevamo farvi mancare proprio niente! Volete sapere quali sono le specialità?

Vi vedo mentre vi grattate il pancino con l’acquolina alla bocca!

Innanzitutto, si tratta di cene en plein air: lunghe panche di legno, grandi tavolate, vino del contadino (come a Ele piace chiamarlo) e via ad affollare i carruggi. Molto alla buona, molto spartano, ma è così che ci piace!

Acquistare i biglietti

La biglietteria apre alle 19:00/19:30 e il piano si basa su un’unica regola, la seguente: accaparrarsi i primi posti! Non indugiate, sgomitate tra la folla come se quel piatto di spiedini fosse l’ultimo rimasto sulla faccia della terra. Una volta presi i biglietti alla cassa, se avete la fortuna di avere un partner al vostro fianco, speditelo subito a fare la coda al piatto forte della serata oppure quella fumante succosa porzione di pasta fresca rimarrà ahimè solamente un ricordo.

Nel frattempo è ora di occuparsi dei liquidi: cercate la cassa BAR e rifornitevi di quanto necessitate, dopodiché sarà il momento di scovare un posticino libero dove installarsi per aspettare il ritorno glorioso del vostro compagno con in mano il vassoio delle prelibatezze.

Va bene, va bene, voi volete sapere cosa se magna e soprattutto quando se magna. Ecco gli appuntamenti, ci vediamo là e chi non viene è un belinone!

Quando

ultimo weekend di Maggio: sua maestà la reina paella (ricordate cosa vi ho detto sullo sgomitare come fosse l’ultimo piatto al mondo? Ecco, tenetelo a mente)

weekend di inizio o metà Luglio: prendete nota, avrete l’opportunità di gustare le inimitabili muscoli alla saracena del presidente Mino, che da anni ormai fanno accalcare sulla nostra piazza gente da ogni dove. Un consiglio? Raccattate del pane e non dimenticatevi di fare l’italianissima scarpetta nel sugo di cottura!

E per chi non amasse nessuno di questi tre piatti? Non temete: coniglio alla ligure, il famoso minestrone, la ratatuia, il condiglione, il gorgonzola e quintali di carne alla brace vi attendono!